Mobile

Registrati ora

Speaker

Andrew Downes

Rustici Software

Biografia

Andrew Downes è uno degli autori delle specifiche Tin Can/Experience API (xAPI), è uno dei massimi esperti di progettazione di esperienze didattiche basate su Tin Can. Collabora con Rustici Software come libero professionista e si occupa della promozione di Tin Can oltre a svolgere funzioni di supporto per coloro che lo hanno adottato nel migliorarne l'utilizzo. Andrew è un docente di eLearning Guild nell'ambito della progettazione didattica attraverso l'abilitazione delle xAPI. Si forma come progettista didattico ed ha sviluppato una esperienza più recente anche nella conoscenza delle piattaforme di apprendimento, nello specifico Moodle.

Parlerà di...

Le piattaforme vengono utilizzate per registrare e quantificare cosa imparano le persone. Ad oggi questi sistemi sono utilizzati da un numero piuttosto contenuto di discenti per la loro formazione.
Ma l'apprendimento è ovunque.
Le API Tin Can (anche conosciute cone API Experience) utilizzano un linguaggio comune per descrivere le esperienze e consentire nuove possibilità per la tipologia di informazioni che possono essere tracciate.
Tin Can sta portando un'ondata di cambiamento e innovazione nell'indistria della formazione online.
Ciò che è possibile comunicare relativamente all'apprendimento e alla performance attraverso l'utilizzo dei deispositivi mobili e i diversi sistemi, sta cambiando.

Questo intervento vuole descrivere la trasformazione portata dalle API di Tin Can e come sta cambiando il modo in cui impariamo. Vedremo come dai dispositivi mobili e dalle app possono essere raccolti un numero maggiore di dati. Verrà anche messo in evidenza come il Mobile Learning possa essere legato alle azioni nel mondo reale e come possa migliorare i programmi di formazione e apprendimento.

strumenti & tecnologie

Come si progettano e sviluppano le nuove piattaforme di m-learning? Quali le principali differenza e criticità rispetto alla progettazione delle piattaforme di e-learning “tradizionali”, specie per quanto riguarda gli aspetti di sicurezza e tracciamento e quali prospettive per il futuro?

Follow us

Twitter Facebook Flickr YouTube